Archivio delle News

PAGINA SUCCESSIVA

Torna all'archivio news

18/11/2020  - ULTERIORI DISPOSIZIONI PER ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI ALLA LUCE DELLE
PROCURA DELLA REPUBBLICA
presso il Tribunale di Nuoro
ULTERIORI DISPOSIZIONI PER ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI ALLA LUCE DELLE
LINEE GUIDA DEL C.S.M. DEL 4.11.2020 IN ORDINE ALL’EMERGENZA COVID 19
PROVVEDIMENTO CHE INTEGRA E MODIFICA LE PRECEDENTI DISPOSIZIONI
Il Procuratore della Repubblica,
Vista la delibera del C.S.M. linee guida agli Uffici Giudiziari in ordine all’emergenza COVID 19 in
data 4 novembre 2020.
Visto il DPCM in data 3 novembre 2020 e in data 24.10.2020
Visto il decreto legge 8 aprile 2020 n. 23.
Vista la legge n. 27 del 24.4.2020 di conversione del D.L. 17.3.2020 n. 18
Visto il D.L. 30.4.2020 n. 28 recante le misure urgenti per l’introduzione del sistema di allerta
Covid-19.
Vista la circolare del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del personale e dei servizio del
Ministero della Giustizia datata 2.5.2020 avente ad oggetto la prevenzione della diffusione del
contagio da coronavirus.
Confermate - nelle parti non modificate con il presente provvedimento - le precedenti direttive
emesse da questo Ufficio in ordine all’organizzazione dell’Ufficio ed in particolare:
- I provvedimenti organizzativi in data 5 marzo 2020, in data 10.3.2020, in data 18.3.2020, in
data 9.4.2020, 9.5.2020 e 9.6.2020
- Provvedimento di istituzione del presidio per la gestione delle attività indifferibili e lavoro
agile del personale amministrativo in data 18.3.2020 e successive integrazioni in data
1.4.2020 e in data 8.5.2020.
- Le direttive alla Polizia Giudiziaria in data 10.3.2020, 18.3.2020, 25.3.2020, 26.3.2020 e
9.4.2020 e in data 9.5.2020
- Le direttive al personale amministrativo in data 12.3.2020
DISPONE
LE SEGUENTI MODALITÀ’ DI ACCESSO ALLA PROCURA:
1) E’ OBBLIGATORIO PER TUTTI L’INGRESSO IN PROCURA CON
MASCHERINA
2) Tutto il personale: magistrati, Vpo, personale amministrativo e delle Sezioni di polizia
giudiziaria dovrà accedere al palazzo di giustizia attraverso le porte di accesso con lo
scanner per il controllo della temperatura corporea.
3) L’ingresso in Procura attraverso le scale avverrà dalla porta destra mentre l’uscita avverrà
dalla porta situata a sinistra. E’ auspicabile l’utilizzo dell’ascensore una persona alla volta.
4) Tutto il personale magistrati, Vpo, personale amministrativo e delle sezioni di polizia
giudiziaria eviterà di accedere agli uffici se presenta sintomi di influenza e dovrà contattare
il proprio medico per la valutazione del caso.
5) Tutto il personale magistrati, Vpo, personale amministrativo e delle sezioni di polizia
giudiziaria, nel caso di contatto con persona positiva al Covid eviterà di accedere al palazzo
di giustizia, comunicherà Tawenuto contatto i magistrati al Procuratore e il personale
amministrativo, i Vpo e il personale di P.G. al direttore amministrativo, contatterà quindi i
sanitari e terrà al corrente Tufficio delTevolversi della situazione.
6) Tutto il personale, magistrati e P.G.:
a) deve usare obbligatoriamente le mascherine protettive in ufficio, per tutelare la salute di
tutti.
b) deve limitare i contatti personali che possono favorire il diffondersi del contagio ovvero
ostacolare la possibilità di tracciamento in caso di contagio.
c) deve evitare di pranzare insieme con altre persone nel caso di rientro pomeridiano
ovvero di ritrovarsi alle macchine del caffè in più persone contemporaneamente
(trattandosi di occasioni in cui si può facilmente trasmettere il virus).
7) I Sostituti e i Vpo garantiranno la partecipazione alle udienze secondo il calendario già
predisposto.
8) I Sostituti garantiranno la presenza in ufficio per il turno di reperibilità esterna, come da
calendario già predisposto.
9) Conferma l’autorizzazione ai Sostituti, sensi dalla vigente circolare suU’organizzazione
delle procure, e secondo quanto disposto dal CSM con delibere 5.3.2020 e 26.3.2020, a
svolgere la loro attività lavorativa anche mediante modalità alternative ad esempio in orari
diversificati nel corso della giornata come nel pomeriggio, ovvero presso il loro domicilio,
organizzando il lavoro da remoto mediante l’utilizzo delle dotazioni tecnologiche ed
informatiche fomite dal ministero, salvo la partecipazione necessaria alle udienze e
all’attività collegata al turno di reperibilità esterna secondo il calendario già fissato a
rotazione tra tutti i magistrati. In particolare i magistrati non impegnati nei turni, se non in
ferie, sono comunque in servizio e saranno impegnati nello smaltimento del lavoro già
introitato e nell’eventuale arretrato, nonché nello studio e nella preparazione dei fascicoli e
degli affari di futura trattazione o, ancora nell’attività di formazione organizzata dalla
Scuola Superiore della Magistratura.
10) 1 magistrati valuterarmo l’opportunità di avvalersi, nei casi previsti dalla legge e
compatibilmente con le esigenze investigative, dei collegamenti da remoto (individuati e
regolati con provvedimento del D.G.S.I.A.) nel corso delle indagini preliminari, ai sensi
deir art. 23 comma 2 del d.L.28 ottobre 2020 n. 137
11) Le comunicazioni tra Procuratore e Sostituti avverranno normalmente da remoto (sistemi
di videoconferenza e cali conference).
12) I Vice Procuratori Onorari che hanno dato la loro disponibilità saranno presenti in ufficio
per le udienze e urgenze di indagine o processuali, secondo im calendario concordato. I VPO
nel caso di presenza giornaliera contemporanea in ufficio dovranno lavorare ciascuno in una
stanza da soli.
13) L’espletamento del tirocinio ex art. 73 d.l. 21 giugno 2013 n. 69 nel caso in cui vi sia la
necessità di limitare l’accesso agli uffici potrà avvenire con modalità da remoto, come
previsto dal CSM e nel caso in cui non sia possibile verrà favorito il recupero delle ore di
tirocinio non svolte in un momento successivo alla piena ripresa dell’attività.
ACCESSO DEGLI UTENTI
E’ OBBLIGATORIO PER TUTTI L’INGRESSO IN PROCURA CON
MASCHERINA
2
Per quanto attiene accesso degli utenti, si confermano le disposizioni già previste con il
provvedimento organizzativo del 10.3.2020
1) Le istanze del pubblico al casellario dovranno essere presentate
ESCLUSIVAMENTE IN FORMA SCRITTA indirizzate ai seguenti indirizzi di posta
elettronica; casellario.procura.nuoro@giustizia.it o
casellario.procura.nuoro@giustizicert.it
Le istanze dovranno contenere nome, cognome, recapito telefonico del richiedente I
MODULI SI TROVANO SUL SITO WEB DELLA PROCURA
PER IL SOLO RITIRO DEI CERTIFICATI DEL CASELLARIO L’ORARIO DELLO
SPORTELLO E’ IL SEGUENTE 12.00-13.00.
NESSUNO potrà accedere alTintemo della stanza e l’interlocuzione con la persona
preposta alla consegna del certificato deve avvenire ad una distanza minima di 1 metro e
mezzo. L’accesso allo sportello sarà possibile solo una persona alla volta.
Per informazioni il numero di telefono dell’ufficio casellario è: 0784-1893331
2) L’ufficio informazione della Procura sarà accessibile solo TELEFONICAMENTE al
n. 0784-1893311
ACCESSO DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA
1) £* istituito per il SOLO deposito di atti urgenti da parte della Polizia Giudiziaria il
seguente presidio di ricezione: sportello al piano 5 con orario 8.00-9.00 e 12.00-13.00.
NESSUNO potrà accedere all’intemo della stanza e l’interlocuzione con la persona
preposta alla ricezione degli atti deve avvenire ad una distanza minima di 1 metro e
mezzo. L’accesso allo sportello sarà possibile solo una persona alla volta.
2) Tutte le notizie di reato e gli ATTI URGENTI devono essere trasmessi
UNICAMENTE mediante il portale.
3) L’eventuale deposito di atti direttamente in Procura dovrà essere preventivamente
concordato con il Pubblico Ministero di turno, nel caso di urgenze, o con il Pubblico
Ministero titolare del fascicolo.
4) Le informative che per loro natura devono essere trasmesse direttamente in Procura
(ad esempio per il deposito di atti in originale) dovranno essere inviate - salvo urgenze
- non giornalmente, ma raccolte e depositate una volta alla settimana (verranno
comunque tutte anticipate tempestivamente sul portale).
5) In Procura potrà accedere ECCEZIONALMENTE PER URGENZE aH’intemo
nelle stanze degli assistenti dei magistrati e PREVIO ACCORDO TELEFONICO solo
una persona alla volta e si dovrà rimanere ad ima distanza dalla persona preposta alla
ricezione atti di almeno un metro e mezzo.
I difensori — in attesa della piena operatività del PORTALE DEI DEPOSITI Ari i l
PENALI in fase di attuazione presso la Procura di Nuoro - dovraimo utilizzare lo
strumento telematico aH’indiiizzo PEC
indaginipreliminari.procura.nuoro@giustiziacert.it per Tinoltro degli atti, nonché
anticipare con le stesse modalità, allo stesso indirizzo di posta - eventuali istanze di
accesso al fascicolo salvo, per i casi di urgenza, la diretta interlocuzione TELEFONICA
con le segreterie dei magistrati o con il magistrato stesso.
MAGISTRATI E DIPENDENTI IN CONDIZIONI DI FRAGILITÀ’
L’art. 26 del DX. n. 18 del 2020 convertito dalla Legge 24.4.2020 n. 27, ha definito al
comma 2 i ^lavoratori fragili essi sono '7 dipendenti pubblici e privati in possesso di
certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione
di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo
svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del
riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi delVart, 3 comma 3
della legge 5.2.1992 n. 104>\
Il comma 2 bis del medesimo art 26 stabilisce che: “a decorrere dal 16 ottobre e fino al
31.12.2020, i lavoratori fragili di cui al comma 2 svolgono di norma la prestazione
lavorativa in modalità agile, anche attraverso Vadibizione a diversa mansione
ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai
contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione
professionale anche da remoto**.
Alla luce di quanto sopra i lavoratori compresi i magistrati che versino in una delle
situazioni rilevanti, potranno avanzare apposita istanza, corredata dalla certificazione
rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio ex art.
26 comma 2 del D.L. n. 18 del 2020, come previsto dalle linee guida del CSM.
MAGISTRATI IN QUARANTENA O IN ISOLAMENTO DOMICILIARE
FIDUCIARIO
L’art. 87 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla L. 24.4.2020
n. 27 equipara -per il personale del settore pubblico contrattualizzato, tra cui non
rientrano i magistrati ordinari — il periodo trascorso in malattia o in quarantena con
sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva,
dovuta al Covid 19, al periodo di ricovero ospedaliero.
n decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 19.10.2020 all’art. 4 comma
2 ha stabilito che ttnei casi di quarantena con sorveglianza attiva o di isolamento
domiciliare fiduciario, il lavoratore che non si trovi comunque nella condizione di
malattia certificata, svolge la propria attività in modalità agile. Nei casi in cui ciò non
sia possibile in relazione alla natura della prestazione, è comunque tenuto a svolgere le
attività assegnate dal dirigente ai sensi délVart. 3 comma 1 lett. b) del presente decreto.
In ogni caso di applica il comma 5 délVart. 21 bis del D.L. 14.8.2020 n. 104 convertito
con modificazioni dalla legge 13.10.2020 n. 126**.
Infine, nel caso in cui un magistrato sia genitore di im minore di anni quattordici
convivente, nei cui confronti sia stata disposta la quarantena dal dipartimento di
prevenzione dall’azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di
contatto verificatosi all’interno delle strutture indicate daH’art. 21 bis del D.L. 14.8.2020
n. 104, su richiesta del magistrato viene favorito il lavoro da remoto.
Le presenti disposizioni IMMEDIATAMENTE ESECUTIVE potranno subire modifiche
in relazione aH’evolversi delfemergenza epidemiologica da CODIV 19.
Si comunichi:
Ai Sostituti Procuratori
Ai Vice Procuratori Onorari
A tutto il personale amministrativo della Procura
Alle Sezioni di P.G.
Al Servizio di vigilanza annata del palazzo di giustizia
Al Comando P.le Carabinieri di Nuoro
Al Comando P.le Guardia di Finanza di Nuoro
Alla Questura di Nuoro
Nuoro, 18.11.2020
IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
Dott. ssa Patrizia Castaldini
iastàldinì

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nuoro è sita in Via Leonardo Da Vinci, 17 - 08100 Nuoro (NU)

  • - Codice Amministrazione destinataria per spese di giustizia: 5XJPGV
  • - Codice Amministrazione destinataria per spese di funzionamento: DAQGS4

Gli orari di apertura al pubblico, come orientarsi nel palazzo, la dislocazione degli uffici della Procura della Repubblica e tutto il personale.


Obiettivo principale della Carta dei Servizi è presentare, nella maniera più semplice ed organica possibile la gamma di servizi offerti dalla Procura.

Bilancio sociale della Procura di Nuoro.

Giustizia in Sardegna

Sezione dedicata ai certificati, rilasci di permessi di colloquio, richiesta di rilascio copie e altri moduli utili al cittadino.

Vedasi la normativa sulla decertificazione nei rapporti tra PA e privati, in allegato.

In questa sezione si trovano i moduli in uso presso le cancellerie, utili al cittadino ed ai professionisti.

Trasparenza procedure gara o acquisti diretti della Procura di Nuoro